Dal 1 gennaio 2021, l’MVV-elettronico è obbligatorio

Registro.wine integra già da tempo la funzione MVV-E, che rende l’emissione del documento semplice e rapida.

Il nuovo regolamento è stabilito dal Decreto Dipartimentale del 30/10/2020, in particolare dal comma 2, che ne sottolinea le eccezioni: “E’ consentito utilizzare, esclusivamente per i trasporti di prodotti vitivinicoli che si svolgono interamente sul territorio nazionale, i documenti cartacei emessi nei casi e nei modi disciplinati dai Capi I e II del DM e dai decreti PEC. I richiami al regolamento (CE) n. 436/2008 contenuti nel DM si intendono fatti alle corrispondenti disposizioni del Regolamento.”

In altre parole, l’MVV-E diventa obbligatorio solo per chi svolge alcuni tipi di trasporti di prodotti vitivinicoli verso l’estero.

Eccezioni

  • Si potrà continuare ad usare l’MVV cartaceo nel caso di:

    • trasporti di prodotti vitivinicoli (sfusi o confezionati) che si svolgono interamente sul territorio nazionale, inclusi i trasporti diretti verso una dogana d’uscita situata in Italia per la successiva esportazione del prodotto verso un Paese terzo;
    • trasporti di uve destinate ai c.d. stabilimenti promiscui.

Hai dubbi o domande?

Se hai difficoltà nell’uso della funzione MVV-E su Registro.wine, contattaci per ricevere assistenza.

Se hai dubbi riguardo l’applicazione della nuova normativa alla tua attività, ti consigliamo di rivolgerti al tuo consulente.